Carrelli elevatori: come scegliere il modello più giusto e sicuro

Come abbiamo visto nei nostri approfondimenti, i carrelli elevatori sono fra gli strumenti di lavoro più utilizzati e apprezzati in tanti diversi settori professionali. Impiegati per spostare grandi quantità di prodotti e materiali, sono i giusti alleati all’interno di magazzini, cantieri, luoghi di stoccaggio ecc.

Anche per questo motivo, i muletti non sono tutti uguali, ma si differenziano per alcune caratteristiche strutturali e di alimentazione. Naturalmente, ogni modello richiede conoscenze leggermente diverse e – con esse – anche una diversa competenza nell’ambito della sicurezza.
Vediamo le caratteristiche che possono distinguere i carrelli in commercio.

I fattori che determinano la scelta del carrello giusto

A differenziare i carrelli elevatori – determinando l’acquisto e l’impiego del muletto più giusto – sono in particolare gli ambienti di lavoro.
Un carrello che lavora al chiuso, magari in uno spazio ristretto o ricco di altre strumentazioni, sarà necessariamente diverso da un muletto che si può muovere all’aperto, più o meno liberamente.
I carrelli elevatori elettrici, infatti, possono essere tranquillamente destinati a ogni tipo di ambiente lavorativo; diversamente, un muletto con alimentazione diesel non può essere acceso al chiuso.

Una versione con combustibile è perfetta per chi possiede magazzini esposti, in cui le merci vanno spostate per tratti brevi e in poco tempo: il diesel resiste in modo ottimale anche al freddo e determina prestazioni soddisfacenti anche nei periodi più rigidi dell’anno.
I muletti elettrici hanno, invece, batterie ricaricabili e sono più adatti a magazzini più ampi in cui spostare – rigorosamente al riparo dalle condizioni meteo esterne – la merce anche per tratti più lunghi o in modo continuativo.

Carrelli in corsia

Un altro elemento che può condizionare la scelta è sicuramente la grandezza complessiva dell’ambiente di lavoro e l’ampiezza delle sue corsie.

I carrelli elevatori trilaterali – per esempio – permettono di caricare la merce su tre lati e sono la soluzione ideale per chi ha un magazzino molto grande e tanti prodotti da movimentare.
I carrelli retrattili riducono decisamente le dimensioni, muovendosi anche in aree di poco più di due metri.
I carrelli stoccatori occupano uno spazio ancora più piccolo e sono perfetti per lavorare in ambienti ridotti, su superfici senza pendenze, trasportando merci all’interno (sono privi di carico esterno).
Non mancano, poi, modelli capaci di sollevare i carichi, spostandoli in verticale da un piano all’altro e occupando uno spazio completamente differente.

La scelta dei carelli elevatori più giusti dipende – quindi – da tantissimi fattori, da valutare attentamente a seconda delle necessità e delle caratteristiche reali del proprio luogo di lavoro.

Un occhio alla sicurezza

Qualsiasi sia la tipologia di muletto selezionata, però, è importante ricordare che ogni carrellista necessita della giusta formazione in tema di salute e sicurezza!

L’uso di carrelli elevatori, infatti, richiede dimestichezza pratica e una certa sensibilità che non deve riguardare solo chi guida il mezzo, ma anche chi lavora nelle sue vicinanze: conoscere a fondo le caratteristiche degli strumenti utilizzati, dei percorsi da seguire e dei carichi da trasportare permette di acquisire la giusta tranquillità per poter lavorare senza rischi e pericoli.

Visita il nostro catalogo e scegli subito il corso per carrellisti più adatto alle tue esigenze: contattaci per ogni informazione.

VUOI AVERE ALTRE INFORMAZIONI

CHIAMA LO 011.38.50.283

RICHIEDI UN PREVENTIVO ONLINE

Ente Accreditato Regione Piemonte
per la Formazione Continua
e la Formazione a Distanza (FAD)
Certificato n°506/001

  • CSAO
  • c/o Istituto Arti e Mestieri
  • C.so Trapani 25. Torino
  • Tel. 011.38.50.283 - Fax 011.38.57.990
  • csao@csao.it
  • PI 04961740018
CSAO c/o Istituto Arti e Mestieri - C.so Trapani 25. Torino -Tel. 011.38.50.283 - csao@csao.it - PI 04961740018 -Privacy policy - Made By Elwood